skip to Main Content
A cura del dott. Alexandre Milosevic Pallaoro - Master in Chirurgia Estetica

Trapianto capelli: Rischio effluvium post chirurgia

Il rischio di effluvium post chirurgico a carico della zona ricevente è dovuto al trauma operatorio. Si tratta della caduta temporanea dei capelli della zona soggetta a rinfoltimento. Statisticamente questo rischio è maggiore sui pazienti di sesso femminile e ciò è dovuto al tipo di calvizie. Il diradamento generalizzato ma senza zone calve fa si che l’atto chirurgico possa procurare un trauma ai follicoli nativi.

L’ evento avverso ha una durata media di 3 mesi. Successivamente ed in maniera spontanea i capelli ricrescono. Per ridurre il rischio di effluvium post trapianto il chirurgo dovrà procedere con delicatezza e strumentazione adeguata. Non si dovrà cadere nell’ eccessiva ossessione da densità d’ impianto in quanto ciò aumenta il rischio.

Nel caso in cui si verifichi l’ effluvium sarà opportuno stimolare la ricrescita con finasteride o LLLT.

Per sapere di più:

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi